www.comuneescalaplano.info/h7103


Contesto Pagina

Il Sindaco

Il Sindaco Marco Lampis

Il Sindaco Marco Lampis

Competenze:

Il Sindaco è l'organo responsabile dell'amministrazione del Comune, rappresenta l'Ente, convoca e presiede la Giunta ed il Consiglio Comunale, sovrintende al funzionamento dei servizi e degli uffici e all'esecuzione degli atti.

Il Sindaco, salvo quanto previsto dall' art. 107 del D.lgs. n. 267/2000, esercita le funzioni attribuite dalle leggi, dallo statuto e dai regolamenti e sovrintende altresì all'espletamento delle funzioni statali e regionali attribuite o delegate al comune. Esercita altresì le altre funzioni attribuitegli quale autorità locale nelle materie previste da specifiche disposizioni di legge.


Riceve il pubblico:

Il Sindaco, se non impegnato in altre sedi per funzioni istituzionali, riceve il pubblico nei giorni:

Lunedì, martedì, giovedì e venerdì dalle ore 10:00 alle ore 12:00
Mercoledì dalle ore 15:30 alle ore 17:30

E' sempre possibile e consigliabile concordare un appuntamento, contattando il Sindaco ai recapiti di seguito riportati:

sindaco@comune.escalaplano.ca.it

sindaco@pec.comune.escalaplano.ca.it

Telefono: 070.95410400
Fax: 070.9541036
Cell.: 320.4339103

Benvenuti nel Sito Istituzionale del Comune di Escalaplano



Un cordialissimo saluto da parte mia e dell'intera Amministrazione Comunale di Escalaplano a tutte le persone che giungono nel nostro Comune, attraverso questo rinnovato Sito istituzionale.

In queste pagine troverete sezioni dedicate all'organizzazione del Comune e degli uffici comunali, ai servizi al cittadino e alle imprese, ad eventi e manifestazioni, la nostra storia e cultura, le tradizioni, i paesaggi e i monumenti, la scuola, le associazioni, ma anche le attività economiche che operano nel settore del turismo e dei servizi, oltre a notizie di carattere e di utilità generale.

La nuova veste del Sito Ufficiale del nostro Comune si distingue per la grafica rinnovata, i colori e l'aspetto generale, nonché l'architettura della sua struttura, che lo rendono rispettoso degli standard di sicurezza di usabilità e di accessibilità, conformemente alle norme del W3C (World Wide Web Consortium) ed in linea con il Decreto Ministeriale di attuazione della Legge "Stanca" (Legge n. 4/2004), il quale prevede l'adozione di tecniche che consentono ai disabili l'accessibilità alle nuove tecnologie digitali ed informatiche. Ad esempio è stata adeguata la condizione che permette di adattare e personalizzare la visione del sito (colori, tipo e grandezza dei caratteri, sfondo ecc.) a persone con handicap visivo.

Il sito è stato realizzato inoltre in base alle linee guida WAI (Web Accessibility Initiative) e, a seconda del contenuto, le pagine rispondono al livello "AA" o "AAA" del W3C/WCAG (Web Content Accessibility Guidelines 1.0) certificate nell'ultima riga in basso delle pagine del sito dai tre rettangolini grigi.

La sezione centrale della home page del sito del comune contiene le notizie in primo piano, che continuano in altre pagine dove sono riportate tutte le notizie già pubblicate negli anni scorsi.

Nella sezione atti ufficiali, grande rilievo viene dato a "Pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni"; dopo la pubblicazione obbligatoria sull'Albo OnLine, gli atti del Comune rimangono disponibili nell'archivio storico e possono essere consultati facilmente nelle varie sezioni del sito web del Comune, consentendo una visione diretta degli atti più importanti senza perdere tempo in lunghe ricerche. Quindi link diretto dalla home page allo Statuto del Comune e ai regolamenti, alle delibere della Giunta e del Consiglio Comunale degli ultimi anni e determinazioni dei responsabili dei servizi (tutti atti ufficiali perché distribuiti in queste sezioni in automatico e quindi in tempo reale dall'albo online).

La Sezione territorio e turismo riporta tante notizie sul paese, immagini informazioni e altro in parte già presenti nel sito precedente.

Nella parte destra della pagina principale del sito si trovano le caselle per l'accesso diretto ai servizi utili e alle pubblicazioni che il comune è tenuto a fare per legge:
  • Albo Pretorio on line
  • Amministrazione Trasparente on line - D.Lgs n. 33 del 14/3/2013
  • Amministrazione Aperta on line - D.L. 83/2012 art. 18 e aggiudicazione Appalti on line - comma 32 art. 1 Legge 190/2012
  • Calcolo Ravvedimento Operoso TARES e stampa modello F24 on line
  • Calcolo I.M.U., Ravvedimento Operoso ICI e stampa modello F24 on line
  • Gestione Risultati Elettorali in tempo reale e Archivio Storico delle Elezioni
  • Acceso a Sardegna SUAP
  • Accesso diretto a pagine dedicate a servizi del comune
  • Acceso ai principali e più importanti siti di interesse

Questa porta virtuale Vi condurrà alla scoperta e conoscenza del nostro territorio e di quanto questa Amministrazione sta facendo per la sua valorizzazione, al fine di trasmetterlo intatto nei suoi valori e nelle sue peculiarità naturali alle future generazioni.

Il concetto del territorio, quale bene prezioso da preservare e da valorizzare per la sua particolare valenza ambientale e naturalistica e per la ricchezza della cultura e delle tradizioni, deve comunque coniugarsi con l'esigenza di attuare politiche di sviluppo economico e sociale del nostro paese e del contesto territoriale nel quale si colloca.

Non è efficace applicare politiche di sviluppo e di crescita socio economica mirate esclusivamente al nostro paese, prescindendo dalla sorte dei paesi che ci circondano e con i quali si sta interagendo, in un'ottica di sistema, che dovrà coinvolgere sia soggetti pubblici che privati, il mondo delle imprese come ogni singolo cittadino. Tutti possiamo e dobbiamo essere partecipi delle azioni di sviluppo, il contributo di ognuno potrebbe risultare determinante.

Per tutti noi è importante conoscere, partecipare, essere propositivi, conservando sempre la speranza di riuscire, insieme, a migliorare il nostro paese e questo territorio.

Per quanto è possibile questa Amministrazione Comunale, nonostante la concomitante profonda crisi economica e occupazionale e i ripetuti tagli dei trasferimenti statali e regionali, come potrete verificare anche esaminando i contenuti di questo sito, sta procedendo in modo deciso e concreto, con la programmazione e l'attuazione delle linee di sviluppo locale necessarie a rendere questo territorio più competitivo, almeno quanto lo sono altri che presentano le medesime peculiarità e condizioni di oggettivo "svantaggio". Purtroppo gli eventi calamitosi dello scorso novembre ci hanno costretti a rimodulare la programmazione, rallentando l'iter di alcuni interventi per consentirci di anticipare le somme necessarie a finanziare i ripristini.

La direttrice seguita è quella del cambiamento, del fare cose utili e concrete, piccole ma importanti, e, soprattutto, rispondenti alle esigenze reali della popolazione, per migliorare la qualità della vita e favorire la residenzialità, mettendo al centro di tutto la persona, senza distinzione né discriminazione alcuna.

Lo dimostrano le molte cose fatte fino ad ora e quelle ancora in itinere.

Abbiamo iniziato incrementando la comunicazione e l'informazione al cittadino, migliorando ed implementando il sito istituzionale; diffondendo tutte le informazioni possibili e utili attraverso i messaggi sms sui cellulari dei cittadini (servizio gratuito); affiggendo gli avvisi e le informazioni principali nelle bacheche comunali allestite nelle nuove pensiline alle fermate degli autobus; implementando il tabellone luminoso nel Corso Sardegna; interloquendo quotidianamente con i cittadini e divulgando documenti su tematiche specifiche.

Anche per facilitare l'accesso alle informazioni attraverso il nostro sito web, abbiamo organizzato un corso di informatica di base, rivolto soprattutto a casalinghe, ultrasessantenni e disoccupati, che sarà incentrato proprio sull'informazione istituzionale. L'obiettivo è quello di mettere il cittadino nella condizione di essere informato in modo diretto, senza le "storture", che spesso, più o meno volutamente, genera il "passa parola".

Sul sociale, oltre al moltiplicarsi delle attività e degli eventi promossi e organizzati in collaborazione con tutte le associazioni, con le quali si è animato e si sta continuando a vitalizzare tutto il periodo estivo, si è provveduto all'apertura e all'avvio di tutte le attività nel Centro di Aggregazione Sociale e nella Casa Anziani.

E' stata costituita la "Consulta Giovani di Escalaplano", che collabora con l'Amministrazione sulle proposte e sull'attuazione delle politiche giovanili, oltre a partecipare alle diverse attività delle Associazioni locali, le cui manifestazioni principali sono coordinate attraverso la Consulta delle Associazioni con la quale, dal 2013, il Comune e le Associazioni programmano gli eventi e le manifestazioni, anche quelle dedicate ai nostri emigrati, che mantengono un legame vivo e forte con il nostro paese, come dimostrano l'interesse e la partecipazione ai momenti culturali, quali il concorso letterario "Poetendi e Contendi - Scalepranu in Poesia", la presentazione di libri, la partecipazione alla mostra del "Popolo di Bronzo" o alle sagre e festività paesane.

Nei locali della "ex farmacia" è stato istituito ed aperto il Centro di Educazione Ambientale e alla Sostenibilità "Escalambiente", rivolto non solo alle scolaresche, ma a tutta la popolazione, quale strumento di formazione e informazione, nonché di sensibilizzazione verso il rispetto e la valorizzazione delle nostre risorse ambientali.

Sono stati attivati i servizi ludico ricreativi e di socializzazione per i bambini in età scolare, sia nel Centro di Aggregazione Sociale, che con le attività estive all'aperto, ma anche con servizi più specifici come lo "spiaggia day", le attività in piscina nel periodo invernale, i laboratori sulla sostenibilità ambientale e le giornate sull'ambiente.

Gli anziani sono una grande risorsa per la nostra comunità, per questo abbiamo promosso e organizzato, insieme a loro, diversificate attività di socializzazione sia nel Centro Sociale, che in altri luoghi e contesti, come le gite, anche in collaborazione con gli anziani dei paesi vicini.

L'attenzione dedicata alle disabilità, ai soggetti più deboli e sofferenti, alle problematiche della dipendenza. Grazie alla preziosa collaborazione dei dipendenti comunali abbiamo cercato di rispondere meglio e prima ai bisogni dei più deboli.

In ragione delle non poche, ma dignitose richieste e rimostranze di quanti non hanno più o non hanno mai avuto un lavoro, doverosamente e con la sensibilità e comprensione che meritano tali situazioni, ripeto e puntualizzo, che il Comune non è l'istituzione che può determinare direttamente la creazione di nuovi e stabili posti di lavoro. Il Comune ha, invece, il dovere di creare e migliorare le infrastrutture nel territorio comunale, di favorire la formazione e la divulgazione della cultura e della conoscenza, di tutelare e promuovere le produzioni locali e di creare le condizioni affinché l'impresa possa insediarsi, crescere e creare posti di lavoro. Questo abbiamo fatto e in questa direzione intendiamo continuare nel prossimo futuro, se possibile con maggiore intensità.

L'occupazione che il Comune può creare, quella legata ai cantieri comunali, al servizio civico, al lavoro delle imprese locali, come potete constatare, non si è mai interrotta. Almeno un cantiere comunale è aperto tutto l'anno, così come il servizio civico comunale, attraverso il quale ogni anno tutte le persone, che fanno domanda e sono in possesso dei requisiti di legge, svolgono un periodo di lavoro per la comunità, ricevendo un compenso.

A questo abbiamo aggiunto un'altra occasione di lavoro e di formazione legata ai tirocini formativi, ai sussidi una tantum, ai bandi "Lav.Ora", ai progetti del "PLUS", partecipando e facendo finanziare sia per il Comune che per le imprese locali, numerosi progetti di tirocinio, che vanno a sommarsi agli stage che gli studenti universitari hanno potuto seguire presso il nostro Comune.

Sul tema della salute possiamo riscontrare, finalmente, che anche nel nostro paese abbiamo la possibilità di ricevere prestazioni medico specialistiche, come del centro prelievi per le analisi di laboratorio, disponendo di un ambulatorio medico decoroso, dignitoso e riscaldato. La situazione migliorerà ulteriormente quando potremo disporre del nuovo ambulatorio della ASL 8.

La collaborazione con la ASL 8 ha permesso di avviare l'assistenza specialistica e infermieristica a domicilio, rivolta agli anziani e ad altri soggetti affetti da particolari patologie che ne compromettono la capacità di deambulare.

Il Comune ha organizzato in passato e già programmato per i prossimi mesi, alcune campagne di prevenzione sulle patologie più diffuse nella popolazione.

In un paese a forte vocazione agro-pastorale come il nostro, non potevamo non attuare iniziative mirate a fronteggiare emergenze sanitarie come la peste suina, la "blue tongue", il randagismo e altre malattie o fattori che oltre alla salute animale danneggiano fortemente la nostra economia. Come di fondamentale importanza sono tutti gli interventi realizzati e programmati sulla viabilità rurale (che nei prossimi mesi saranno intensificati grazie alla disponibilità di un mezzo comunale per il ripristino delle strade) e sull'ottimizzazione dello sfruttamento delle risorse idriche di "Funtana" e di "Craccallas", dalle quali abbiamo creato dei punti di accumulo e di adduzione a disposizione della popolazione e soprattutto di quanti operano nella nostra campagna.

Nel sito della sorgente di "Fossada", oltre ai ripristini già eseguiti e alla piantumazione di essenze autoctone in luogo dei pini estirpati e da estirpare, si valorizzerà anche il secondo punto di presa. Nella sorgente in località "Baballia", dove fino ad ora non si è intervenuti, sarà ottimizzato e reso meglio fruibile il punto di erogazione, anche con il posizionamento di un serbatoio di accumulo.

Altrettanta importanza va data agli interventi sulla viabilità urbana, nel centro storico come nelle altre zone dell'abitato. Le strade interne sono state in gran parte ripristinate ed entro il 2015, saranno tutte completate e ripristinate.

Il Comune ha recentemente acquistato alcune proprietà nel centro abitato (Via E. D'Arborea - Via Speranza e Vico Amore) e nei prossimi mesi si procederà con ulteriori acquisizioni. Questi spazi, appena possibile, saranno sistemati, dotati di arredo urbano e vi saranno realizzate delle aree di sosta in modo da migliorare la transitabilità nelle strade del centro storico.

In questi giorni saranno appaltati i lavori per la sistemazione della nuova segnaletica stradale in attuazione del piano urbano per il traffico, che prevede, tra le altre cose, la realizzazione di alcuni sensi unici proprio nelle strade più congestionate del centro storico.

Gli spazi pubblici ed il verde pubblico, nelle diverse strade e piazze del paese, come all'interno della pineta, sono oggetto di continui interventi di sistemazione, in modo da migliorarne il decoro e assicurarne la fruibilità. Ad opera di alcuni artisti locali sono state anche realizzate delle importanti opere d'arte, che abbelliscono e danno pregio al centro urbano. Strade e spazi pubblici sicuri e controllati, anche grazie alla rete di videosorveglianza urbana e dell'area parco a "Is Pranus", destinata a diventare una delle attrattive principali del nostro territorio.

Il parco e le sue strutture sono state affidate in gestione alla cooperativa "Monte Granatico", formata da un gruppo di giovani di Escalaplano, che, collaborando e facendo sistema con gli operatori economici e con le associazioni locali, dovranno animarlo con gli eventi, promuovendone le peculiarità e la sua valenza turistico ambientale, naturalistica e sportiva. Con un'azione sinergica si dovrà valorizzare, promuovere e commercializzare quanto di bello e di buono si dispone e si produce nel nostro paese.

In alcuni dei principali spazi pubblici, come la piazza della Chiesa, la piazza Sedda, la piazza Costanzo Orgiana ed il tratto del Corso Sardegna che le raccorda, sarà (in parte lo è già) disponibile la connessine wi-fi gratuita, utile anche e soprattutto per diffondere informazioni a scopo turistico sul nostro territorio, attraverso semplici applicazioni su pc, telefoni cellulari e tablet.

Attraverso il "GAL Sole Grano Terra" ed in collaborazione con le associazioni e gli operatori locali, si dovrebbe aprire l'Ufficio Informazioni Turistiche, unitamente al centro espositivo delle produzioni locali, utilizzando una parte del locale "ex farmacia" e il "monte granatico", attualmente in ristrutturazione. Tasselli fondamentali per la promozione del territorio e delle produzioni locali, messi a disposizione dal Comune di Escalaplano per favorire lo sviluppo economico e l'imprenditoria locale.

Tra qualche mese, in collaborazione con la Croce Verde Escalaplanese e con la Consulta Giovani, sarà aperto lo sportello "Informa-giovani", utile strumento a disposizione anche degli studenti e dei disoccupati, per favorire la formazione e il lavoro.

Il completamento dell'area per gli insediamenti produttivi, i cui lavori sono ormai in fase di appalto, consentirà agli operatori economici di disporre di spazi e strutture per insediare nuova impresa o innovare e ampliare quelle esistenti, anche utilizzando l'incubatore d'impresa di proprietà comunale, rappresenta una grande opportunità soprattutto per le nuove realtà produttive.

La valorizzazione ambientale attraverso uno specifico progetto già approvato, che sarà attuato dal prossimo mese di novembre, oltre che mettere a disposizione della popolazione legnatico a prezzi calmierati, consentirà di creare occupazione con la cantieristica e con le Ditte esterne che vi opereranno. L'intervento prevede la valorizzazione turistico ambientale e naturalistica delle foreste di "Perda Longa" e "Zinnibiri", con la ripulitura e il ripristino di antichi sentieri, come quelli realizzati dai carbonai all'interno delle foreste.

La risorsa ambiente deve essere non solo valorizzata, ma anche rispettata con politiche che riducano la quantità di rifiuti, per questo nei prossimi mesi sarà realizzata la "casa dell'acqua", dalla quale gli escalaplanesi potranno attingere acqua potabile, anche gassata, evitando di acquistare quella minerale nelle classiche bottiglie in plastica, riducendo la quantità di rifiuti.

La riqualificazione dell'edificio "ex scuola media", da destinare a Centro Formativo, Socio Culturale e Sportivo, anche per le attività scolastiche e ludico ricreative, consentirà di disporre di spazi adeguati e più confacenti per la biblioteca comunale, di spazi espositivi e museali, di un più adeguato centro di aggregazione sociale e di un nuovo campo di calcetto polivalente con fondo in sintetico, che, insieme alla palestra, formerà un polo di riferimento per la pratica di diverse discipline sportive.

Questo consentirà di rimodulare gli spazi nella casa anziani "Padre Pio" aumentando il numero dei posti letto e di riportare la scuola dell'infanzia nel caseggiato di via San Sebastiano.

I caseggiati scolastici di Corso Sardegna e di Via San Sebastiano saranno adeguati, ristrutturati e resi più sicuri, grazie a due distinti interventi già progettati e cofinanziati dalla Regione Sardegna.

Si potrebbero citare altri interventi programmati, per alcuni dei quali è stata predisposta anche la progettazione, come per il parco urbano della pineta, l'area di San Giovanni, il cimitero, il campo sportivo, ma, più in generale gradiremmo si condividesse l'idea di non costruire nuovi "palazzi" o altre opere che possano essere, in un prossimo futuro, facilmente classificabili come "cattedrali nel deserto", ma solo opere indispensabili e facilmente gestibili, proprio riqualificando il cospicuo patrimonio edilizio di cui il Comune di Escalaplano già dispone; rendendolo fruibile alla popolazione e funzionale allo sviluppo economico, sociale e culturale del nostro paese, favorendo la creazione di nuovi posti di lavoro, senza trascurare la sostenibilità economica degli interventi e la ricaduta in termini di benefici che si intende conseguire.

Per uno sviluppo ordinato e ben dimensionato di tutto il territorio, sia in ambito urbano che rurale, è di fondamentale importanza la pianificazione urbanistica e la individuazione di regole certe per l'attività edificatoria in particolare e, più in generale, per l'utilizzo del territorio. Partendo da questo presupposto stiamo portando a compimento il nuovo piano particolareggiato per il centro storico, mentre nei prossimi mesi inizierà anche il lavoro di predisposizione del Piano Urbanistico Comunale, uno strumento essenziale, del quale ci saremmo dovuti dotare fin dai primi anni novanta, anziché andare avanti con il programma di fabbricazione approvato nel 1983.

Molti sono gli argomenti trattati in questa presentazione, ma, probabilmente non sono poche le iniziative che potrete conoscere e approfondire visitando questo nuovo sito istituzionale del Comune di Escalaplano.

Ritengo doveroso precisare che l'impegnativo lavoro in parte illustratovi, è stato portato avanti in un clima di serenità, creatosi anche grazie ai consiglieri di minoranza, i quali non sono mai andati oltre la normale dialettica imposta dal confronto tra due parti comunque contrapposte. Anche questo si rileva dagli atti del Consiglio consultabili nel sito, nei quali emerge un Consiglio Comunale unito sui temi e sulle iniziative fondamentali di programmazione e di sviluppo locale.

L'auspicio è che si possa continuare su questa strada; da parte nostra la disponibilità e il confronto continueranno ad essere garantiti, nell'interesse di Escalaplano e dei suoi abitanti.

Visitando questo sito è possibile conoscere tutta l'attività amministrativa e di programmazione portata avanti fino ad ora e che progressivamente viene aggiornata. Scoprirete, se non lo avete già notato, che i servizi ai quali ci siamo abituati migliorano costantemente e che ne vengono proposti ed offerti dei nuovi, nonostante tutte le difficoltà delle quali sentite parlare quotidianamente e che non è necessario ribadire. Proprio per alleviare alcune di queste difficoltà che colpiscono le famiglie come le imprese e, in generale, i contribuenti, nel 2012 abbiamo "licenziato" Equitalia.

Gli escalaplanesi pagano direttamente al Comune i propri tributi e le tasse che lo Stato ci ha costretto ad istituire per garantire l'erogazione dei servizi, senza più versare i soldi a Equitalia, che tratteneva per se somme importanti a titolo di aggio, interessi e rimborsi vari, sottraendoli alla comunità.

Con la riscossione diretta, abbiamo generato economie che ci stanno consentendo di mantenere i tributi comunali (imposti dallo Stato) ai livelli minimi e di applicare le detrazioni possibili.

Ribadisco che i Comuni sono "costretti" ad applicare un groviglio di imposte che si celano dietro un nome che sembra uscito da un cartone animato (IUC), ma che non ha nulla di innocente.

Lo Stato ha infatti già calcolato quanto ogni Comune incasserebbe tassando con le aliquote base il proprio patrimonio immobiliare, sia in termini di TASI (nuova tassa sui servizi indivisibili) che di IMU (l'ormai vecchia patrimoniale sugli immobili che ha sostituito l'ICI), riducendo di pari importo i relativi trasferimenti erariali, con i quali i Comuni facevano quadrare i già magri bilanci.

Adesso, per far quadrare i bilanci, visto che di tagli ne sono stati fatti abbastanza, non resta che chiedere ai cittadini i soldi che prima assicurava lo Stato, che in tutto questo fa finta di non entrarci nulla, chiamando le nuove imposte e tasse "comunali" o "municipali".

Questa mia esortazione ad aumentare la vostra conoscenza sull'operato di questa Amministrazione e sui servizi, vecchi e nuovi, che continuiamo a garantire e ad offrire, è finalizzata a far sì che gli escalaplanesi, come chiunque abbia a cuore le sorti e il futuro di questo territorio, apprendano notizie veritiere, fondate e riscontrabili, senza storture e disinformazioni, divulgate ad arte da quanti, evidentemente, pur affermando il contrario, non amano particolarmente la nostra comunità.

L'auspicio è che, anche attraverso questo nuovo sito, si possa raggiungere un duplice obiettivo:
  • creare un contatto diretto, celere ed economico, fra Cittadini ed Amministrazione Civica, in un'ottica di collaborazione e condivisione dell'azione amministrativa;
  • offrire un servizio utile, non solo per le attività di stretta competenza del Comune, ricco di informazioni istituzionali e notizie, ma anche di spunti e opportunità.

Con l'augurio di una buona "navigazione", porgo un caro saluto a tutti, anche a nome dell'intera Amministrazione e dei dipendenti comunali.

Il Sindaco
Marco Lampis


Validatori