www.comuneescalaplano.info/h7103


Contesto Pagina

In primo piano

REFERENDUM COSTITUZIONALE DEL 29 MARZO 2020.

REFERENDUM COSTITUZIONALE DEL 29 MARZO 2020.

Rinviata la data del referendum confermativo sulla riduzione del numero dei parlamentari, in programma il 29 marzo prossimo.

Lo ha deciso il Consiglio dei ministri per consentire a tutti i soggetti politici una campagna elettorale efficace e ai cittadini un'adeguata informazione sulla scelta che sono chiamati a fare votando sul quesito referendario. La data del 29 marzo, infatti, era stata fissata con il decreto del Presidente della Repubblica 28 gennaio 2020 prima dell'emergenza sanitaria da Coronavirus.

Le procedure referendarie in Italia e all'estero vengono quindi sospese, per riprendere quando sarà fissata la nuova data del referendum.
Tutte le notizie sul Referendum del 29 marzo 2020.


Pubblicata nell'Albo Pretorio on line la convocazione della commissione elettorale, in seduta pubblica, per il giorno 5 marzo 2020, alle ore 18,00, per procedere alla nomina degli scrutatori che saranno destinati agli uffici di sezione per il referendum costituzionale di domenica 29 marzo 2020.

Leggi la convocazione della Commissione elettorale per la nomina degli scrutatori

Nella Gazzetta Ufficiale n. 23 del 29 gennaio è stato pubblicato il D.P.R. 28/01/2020 di indizione del referendum ex art.138 della Costituzione per l'approvazione del testo della legge costituzionale concernente "Modifiche agli articoli 56, 57 e 59 della Costituzione in materia di riduzione del numero dei parlamentari", approvato dal Parlamento e pubblicato nella G.U. n. 240 del 12/10/2019.

Le operazioni di voto si svolgeranno domenica 29 marzo 2020, dalle ore 07:00 alle ore 23:00 e le operazioni di scrutinio avranno inizio subito dopo la chiusura della votazione e l'accertamento del numero dei votanti.

Pubblicati nell'albo pretorio on line del comune di Escalaplano:

- l'avviso pubblico del 18/02/2020 sul diritto di voto da parte di elettore fisicamente impedito ad esercitarlo autonomamente

- l'avviso pubblico del 18/02/2020 sull'esercizio del voto a domicilio per elettori affetti da infermita' che rendano impossibile l'allontanamento dall'abitazione

Gli elettori italiani che per motivi di lavoro, studio o cure mediche si trovino temporaneamente all'estero, per un periodo di almeno tre mesi, nel quale ricade la data di svolgimento del referendum (29 marzo 2020) nonché i familiari con loro conviventi, potranno esercitare il diritto di voto per corrispondenza, facendo pervenire AL COMUNE d'iscrizione nelle liste elettorali un'apposita opzione entro il 26 febbraio 2020.

L'avviso e le istruzioni per gli elettori temporaneamente all'estero sono pubblicati nell'albo pretorio on line del comune di Escalaplano

In occasione del referendum costituzionale gli elettori italiani residenti all'estero voteranno per corrispondenza:

ai sensi della legge 27 dicembre 2001, n. 459 e del relativo regolamento di attuazione approvato con D.P.R. 2 aprile 2003, n. 104. La predetta normativa fa comunque salva la possibilità di votare in Italia, previa apposita e tempestiva opzione da esercitarsi entro l'8 febbraio 2020 presso il proprio Consolato. A tal fine, è possibile utilizzare il modello predisposto dal Ministero degli Affari Esteri e reperibile presso i Consolati e sul sito www.esteri.it

Chi opta per il voto in Italia non potrà usufruire di alcun rimborso per le spese di viaggio sostenute, ma solo delle agevolazioni tariffarie previste sul territorio italiano.


Validatori